Corte di Appello di Firenze, procedimento n. 305/98, Sentenza di appello processo Moby Prince, 5 febbraio 1998

Corte di Appello di Firenze, procedimento n. 305/98, Sentenza di appello processo Moby Prince, 5 febbraio 1998

Data di emissione. 5 Febbraio 1999

Giudici firmatari. Marcello Scialoja, Giovanni De Giorgio, Patrizio Turi

Imputati. Valentino Rolla

Sentenza.
Visto l’art. 605 c.p.p., in riforma della sentenza del Tribunale di Livorno emessa in data 31.10.1997 nei confronti di Rolla Valentino ed appellata dal P.G. e dalle parti civili Loris Rispoli, Pasquale Rispoli, Renata Pellegrini, Umberto Granatelli, Ivanna Porta, Enzo Farnesi, Luca Farnesi, Elsa Donati, Maddalena Ruggeri, Maria Bommarito, Gaetano Bommarito, Silvana Bommarito, Rosaria Bommarito, Salvatore Bommarito, Lorenza Pierleoni, Marco Romano, Rita Ritondo, Giovan Maria Romano, Giuseppe Romano, Adolfo Granatelli e Danilo Molaro, previa concessione all’imputato delle attenuanti generiche prevalenti sulla contestata aggravante, dichiara non doversi procedere nei confronti del Rolla in ordine ai reati ascrittigli perché estinti per invervenuta prescrizione e condanna lo stesso Rolla, in solido con il responsabile civile S.N.A.M. s.p.a., in persona del legale rappresentante, alla rifusione delle spese sostenute in questo grado dalle prime quattordici parti civili sopra indicate, spese che si liquidano in complessive L. 30.000.000 (trenta milioni) di cui L. 1.000.000 per esborsi, oltre I.V.A. e C.A.P. di legge. Stabilisce per il deposito della sentenza il termine di novanta giorni ai sensi dell’art. 544, 3° comma, c.p.p.