Posizione ed orientamento Agip Abruzzo

Sono numerose le posizioni dell’Agip Abruzzo analizzate e verificate da magistrati e periti nel corso del lungo iter giudiziario della vicenda Moby Prince.

L’inchiesta formale (pag. 12 paragrafo 10) indica 2,7 miglia nautiche dalla testata di ponente della Vegliaia con rilevamento 0,23° dal faro di Livorno,  orientamento di 300° – quindi verso Nord.

La Sentenza di primo grado indica la non assoluta certezza nel determinare la posizione dell’Agip Abruzzo benché faccia riferimento alla seguente, in forma ufficiale: 43.29.8 nord 10.15.3 est’ (p. 58)* orientamento intorno a 300°.

La Sentenza di appello sottolinea l’impossibilità di sostenere con certezza il punto nave dell’Agip Abruzzo e soprattutto la necessità di indicare un orientamento nord-est o sud-est. Prende comunque per maggiormente plausibile la posizione post-collisione fornita da Rolla ai magistrati: “2 miglia e 7 dalla diga di ponente”.

I magistrati cui si deve la Richiesta di Archiviazione dell’Inchiesta-Bis Moby Prince prendono per buona la determinazione di un quadrante di 180.000 mq entro il quale, secondo i periti Giuliano Rosati ed Achille Borsa é altamente probabile il punto nave della petroliera il 10 aprile 1991 al momento della collisione. Circa l’orientamento, benché Rosati e Borsa stessi indichino che il vento provenisse da sud, resta ferma l’idea di un orientamento della prua dell’Agip Abruzzo di circa 300°.

Vale la pena notare che nel corso delle concitate operazioni di soccorso riportate sul Canale 16, queste sono le posizioni segnalate dal Comandante Renato Superina e dal marconista Imperio Recanatini:

  • “Siamo a due miglia e mezzo fuori …” (ore 22:27:10)
  • “Siamo a due miglia e mezzo dalla diga …” (ore 22:27:20)
  • “Noi eravamo all’ancora, all’ancora massimo 1 miglio e mezzo o 2 miglia dall’entrata del Porto di Livorno” (22:48:10)
  • “A sud, due miglia e mezzo della Vecchiaia (Vegliaia ndr)” (22:50:18)
  • “Siamo a due miglia e sette per 45° a sud della Vegliaia…” (22:50:45)*
  • “43.29 Nord 10.16 Est” (22:52 c.a.)
  • “Stiamo suonando, stiamo suonando solo che abbiamo la prua a sud e quindi difficilmente ci sentite … comunque siamo a 2 miglia e mezzo dalla Vegliaia c’è un mare di fuoco … ci dovreste vedere” (22:57:27)
  • “200-210° 2 miglia e sette e ci trovate” (22:59:13)*
  • “43.29.8 Nord 10.15.3 Est” (23:07:47)*
  • “le coordinate precise sono 43° 28′.94 Nord 10° 14′.93 Est” [CP di soccorritori non smentita via radio da Superina]”

* tutte queste posizioni sono dentro la Zona di divieto ancoraggio e pesca.