PRELIMINARI

“I resti carbonizzati ai quali è stato attribuito il n.47, rinvenuti sempre nell’atrio compreso fra il Salone de Lux e le cabine di II classe, risultano appartenere a un cane”

Repertazione vittime e svolgimento operazioni peritali Moby Prince, p. 5

 

“Penso che lunedì mi incazzerò”.
È sabato 2 aprile 2011. Loris scuote la testa. Siede al posto di co-pilota della mia macchina, un po’ incurvato con la schiena. Francesca, dietro, ride.
“Perché France l’anno scorso lo fecero ma non era così. Cioé noi così che si deve buttare la rosa in mare praticamente non so da dove pensano si passi …”.
Ci lasciamo il monumento simbolo della città, i Quattro Mori, sulla sinistra e guardiamo meglio le tensostrutture del TAN, il Trofeo Accademia Navale organizzato anche quest’anno in concomitanza con l’anniversario del Moby Prince. Concomitanza temporale e spaziale. In effetti la banchina dalla quale i familiari gettano la rosa in mare è interamente occupata dalle tensostrutture della manifestazione. Grossi teli in pvc riportano i marchi di sponsor legati al mondo della vela e non. Il tutto di fronte alla lapide commemorativa con i nomi delle centoquaranta vittime del Moby Prince.
Loris scuote la testa “perché mi avevano detto mettevano le tende, ma deh così … noi il mare nemmeno si vede … sì sì, penso che lunedì mi incazzerò”.

«   »

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17