Tribunale Civile di Roma, Risarcimento danni per diffamazione, Sentenza n° 10611 Rep. 16394/11, 6 ottobre 2011

Nel secondo numero monografico del periodico “L’Europeo” (Edizioni RCS) del 2006, “Impuniti. Perché le tragedie italiane restano senza colpevole”, uscì un articolo a firma di Roberto Bortone dal titolo “Livorno il porto delle strane nebbie. Capitani poco coraggiosi”. Angelo e Luchino Chessa hanno ottenuto la condanna del giornalista e dell’editore, attualmente in primo grado, per la supposta diffamazione del padre contenuta in alcuni passaggi dell’articolo.
In particolare come si legge dalla sentenza del Tribunale di Roma – emessa dalla dott.ssa Damiana Colla in data 6 ottobre 2011 – il giornalista ha erroneamente biasimato, screditandone la memoria, il Comandante Chessa per la “mancanza di coraggio” dimostrata nel partire comunque, la notte del 10 aprile 1991, nonostante il traghetto presentasse numerose carenze a livello di sicurezza che la sentenza di primo grado, richiamata più volte dal giornalista, tuttavia non ha mai certificato tali.